Voxart presente anche al Grafitalia

Gli eventi Milanesi ci hanno convinto ancora. Questa volta la meta era Grafitalia, la fiera di settore dedicata al mondo della tipografia.

Le principali imprese europee si sono date appuntamento al polo espositivo di Rho per il ritrovo quadriennale dedicato alla stampa, alle sue metodologie e applicazioni.

L’obbiettivo era mostrare i progressi e le innovazioni delle macchine da stampa ad un pubblico molto vasto di visitatori; erano presenti: agenzie pubblicitarie, service editoriali, studi di graphic design e tipografie. Molti anche gli studenti che hanno colto l’occasione di vedere cosa avviene dopo che i loro file sono stati consegnati ai tipografi e quali sono le difficoltà del lavoro.

La tendenza che emerge è sicuramente il continuo miglioramento dei tempi di stampa e l’attenzione all’ambiente, evidenziata anche dall’esposizione di oggetti riciclati o di utilizzi alternativi. Ne sono un esempio i molti utensili di uso comune realizzati in cartone, come sedie, tavoli, mobili e giocattoli.

voxart-presente-grafitalia-1

Durante i giorni della manifestazione innumerevoli i convegni che hanno approfondito tutti gli aspetti e i problemi della stampa, noi abbiamo partecipato al meeting “Il punto di vista di chi acquista lo stampato: garantire l’immagine coordinata di un brand in tutti i tipi di stampa” che ci ha aggiornato sulle ultime tecnologie a disposizione per dare al cliente un lavoro di ottima qualità e interagire al meglio con il tipografo economizzando risorse e tempo.

voxart-presente-grafitalia-2

Alessandro Beltrami, vicepresidente di TAGA Italia, ha esordito toccando uno dei punti fondamentali di questo periodo: come combattere la crisi che affligge l’industria grafica. Ovviamente la risposta è continuando a tenere alto lo standard qualitativo e migliorando le proprie tecnologie, ma come?

Parlando di colore e di garanzia dell’immagine coordinata di un brand, è necessario mantenere invariata la percezione che il consumatore ha del colore. Non si parla quindi solo di cercare un tecnicismo per riconoscere la tonalità giusta, ma anche uno studio dell’inconscio del compratore.

Il goal sta nel trovare un range di tolleranza stabilito a livello internazionale che possa far interagire aziende di tutto il mondo, assicurando che il prodotto finale sia ciò che ci aspettavamo, anche senza aver visto il processo di lavorazione.

Questo traguardo è a portata di mano ma è necessario che ogni elemento della catena di lavorazione segua delle regole precise, così da rendere più fluido il processo di qualità (di competenza dello stampatore) e il controllo di qualità (affidato al print buyer).

Il messaggio che passa nel complesso è quindi la voglia di evolvere il processo di stampa da artigianato a produzione industriale, mantenendo alto il livello di qualità.

Sicuramente ci riusciranno, ma noi restiamo legati anche alla figura del tipografo maestro di bottega che riconosce la grammatura al tatto e dosa il colore come fosse un artista.

voxart-presente-grafitalia-3

voxart-presente-grafitalia-4

voxart-presente-grafitalia-5

 

di , Web Graphic Designer @ Voxart