Web Marketing Festival, sulla cresta dell’onda

Eccoci qui, sopravvissute ad un intenso week-end sulla Riviera Romagnola e pronte a raccontare quello che è stato definito come “un evento formativo unico nel suo genere”, il Web Marketing Festival di Rimini.
Se immaginate risvolti inaspettati fatti di evasioni in spiaggia alla ricerca di fugaci tintarelle per poi metterci in mostra ballando fino all’alba nelle principali disco della Romagna, vi diciamo già che qui non li troverete, perché io e Giulia abbiamo deciso di adottare, per questo week-end fuori porta, un mood professionale fino al midollo. Ma andiamo con ordine: il luogo che ospitava l’evento era il Palacongressi di Rimini, un posto tanto strabiliante da sembrare quasi ideato apposta per l’iniziativa, con la sua struttura futuristica e le sale interne, così simili ai più moderni college americani, perfetto luogo di genesi e incubazione di idee geniali. Il Web Marketing Festival è stato descritto come l’evento di settore più completo a livello europeo. A riprova di questo titolo 120 relatori si sono presentati in successione, suddivisi in 22 sale tematiche. Il giorno precedente la partenza, abbiamo dedicato quasi un’intera mattinata ad organizzare le “nostre” due giornate di interventi, selezionando i più interessanti, in modo da ottenere contenuti spendibili nelle attività di tutti i giorni in agenzia.

E-commerce, Google Adwords, Facebook e social advertising: un’agenzia di comunicazione cosa deve scegliere?
Abbiamo optato per dividerci le sale che parlavano di social media, imprescindibili, per concentrarci poi sull’e-commerce, content marketing, SEO, analytics e advertising online, con un occhio di riguardo agli incontri che trattavano di temi e settori affini alle piccole-medie imprese con le quali abbiamo a che fare quotidianamente. Gli interventi che più ci hanno colpite parlavano di social che in larga scala consideriamo meno, come Linkedin e Twitter, e del loro utilizzo nel B2B, oppure dell’ottimizzazione del tasso di conversione per e-commerce a budget contenuto, o ancora dei segreti di Google Analytics Enhanced Ecommerce utili a migliorare le vendite online.
Sono in molti a vedere in queste iniziative, un palcoscenico utile solo al ritorno d’immagine dei relatori e alla loro personal branding. Noi ci allineiamo al coro di chi sostiene che gli interventi avrebbero potuto essere numericamente inferiori ma più approfonditi, tematicamente e tempisticamente, pur ritenendoli comunque fonte di numerosi spunti creativi sui quali ci siamo messe da subito al lavoro.

Le nostre conclusioni al centro dell’innovazione: tra ottimizzazione degli strumenti web e pitch competition.
Un momento davvero stimolante è stato quello della Pitch Competition. Durante il secondo giorno di Festival 6 start up hanno esposto i loro progetti nella sala principale in soli tre minuti di tempo, cercando di risultare convincenti per una giuria di esperti e per il pubblico presente chiamato a votare live, tramite app. A vincere, grazie anche alla nostra approvazione, Friendz, applicazione che fa leva sul consumer engagement, ripagando la “naturale predisposizione”dei consumatori a condividere immagini che li rappresentino con i prodotti dei loro brand preferiti.
La nostra presenza ad incontri, conferenze e web marketing festival è più che doverosa: occupandoci di un settore che cambia così velocemente ogni fonte di sapere, di spunto e riflessione è utile ad interrogarci sul procedere del nostro lavoro a conferma del fatto che le strategie proposte ai nostri clienti sono sempre allineate con l’offerta dei principali strumenti di web marketing.