Cos’è la SEO?

La SEO, letteralmente Search Engine Optimization, significa “ottimizzazione del sito web per i motori di ricerca”. Qual è il più utilizzato motore di ricerca? Google. Abbiamo delle motivazioni valide per dirlo! Scoprile nel nostro articolo: Se vuoi piacere al web devi piacere a Google.
Quindi, dicevamo, ottimizzare un sito web significa fare in modo che Google lo trovi e lo proponga tra i suoi risultati.

Se volessimo condensare in una sola frase riassuntiva il significato di SEO potremmo tranquillamente dire che i siti internet devono piacere a Google per riuscire a posizionarsi nelle prime posizioni dei risultati di ricerca. Il vostro sito dunque deve essere “lavorato” in un certo modo per poter gareggiare sui motori di ricerca.

Vi chiederete “E come faccio a far piacere a Google il mio sito?” Se lo avete già realizzato forse è un po’ troppo tardi anche se, con un po’ di impegno, si può comunque intervenire su di un sito non ottimizzato.
Se invece il sito deve ancora nascere allora si metteranno in campo tutte le conoscenze in materia per realizzare un sito web che sia “parlante” non solo agli utilizzatori umani ma anche ai motori di ricerca.

Come farsi trovare sui motori di ricerca?

Per farsi trovare in modo efficace le aziende hanno in realtà due possibilità:

Prima possibilità

Ottimizzare il sito attraverso la vera e propria SEO, in modo da posizionarsi in modo “naturale” nei risultati consigliati (SERP), senza pagare il motore di ricerca. L’esperto di SEO avrà fatto in modo di favorire questo processo utilizzando varie tecniche di controllo e verifica dei testi, ottimizzazione delle pagine attraverso specifici tag, inserimento di informazioni aggiuntive all’interno di immagini e altre tecniche di ricerca e inserimento delle keywords, ovvero le parole chiave per le quali l’azienda vuole essere trovata.

Seconda possibilità

Utilizzare la SEA e cioè sponsorizzare, tramite annunci a pagamento, il proprio sito web: per comparire tra i risultati a pagamento l’azienda paga a Google un importo che viene determinato (ad ogni ricerca degli utenti) sulla base di moltissime varianti, tra le quali rientrano, ad esempio:
• la keyword utilizzata per la ricerca;
• la concorrenza sulla stessa keyword;
• il dispositivo utilizzato per la ricerca;
• l’orario in cui è stata fatta la ricerca;
• la qualità dell’annuncio e la sua attinenza con le parole cercate;
• la qualità della pagina di destinazione (landing page) e la sua attinenza con ricerca ed annuncio.

L’algoritmo utilizzato da Google, infine, verificherà l’importo del budget già speso durante la giornata ed anche l’eventuale costo massimo per click impostato sulla campagna.

Differenze tra SEO e SEA

La prima possibilità prevede un lavoro paziente da parte degli sviluppatori del sito, che verificano che sia costruito nel modo più appropriato, e da parte di coloro che curano i testi, che devono fare in modo di scrivere contenuti interessanti e che sappiano dare all’utente le risposte che cerca.

SEO-lavoro-costante-pazienza

La seconda invece è una via più rapida per ottenere dei risultati tangibili.
Ma la differenza è enorme: nel primo caso avrete un sito che si posizionerà nel tempo per particolari parole chiave, grazie ai contenuti che man mano verranno costruiti. Questo permetterà al sito di diventare sempre più autorevole nel suo settore e quindi ricercato (e soprattutto trovato) dagli utenti.
Nel secondo caso invece avrete un’immediatezza di risultati, ma a fronte di una spesa più elevata e concentrata nel tempo: gli effetti svaniranno nel momento in cui non verrà più utilizzato del budget per questo scopo, se non sarà stata perseguita anche un crescita organica dei contenuti.

SEA-lavoro-dinamico-veloce-pagamento

Termini tecnici del mondo SEM

Ora che avete chiare quali sono le possibili strade, facciamo ora un po’ di chiarezza sui termini che vengono usati dagli addetti ai lavori:
SERP: E’ la pagina dei risultati del motore di ricerca
Keyword: Parola chiave utile per la quale posizionarsi nella SERP
Indicizzazione: Presenza su Google (in generale)
Posizionamento: La posizione esatta di un sito nella SERP per una determinata keyword
Competitività della keyword: Quanti siti sono posizionati su quella keyword e come.
SEA: letteralmente Search Engine Advertising; si paga direttamente il motore di ricerca per comparire nella SERP con annunci sponsorizzati
Risultati organici: Risultati sulla SERP non a pagamento (ottenuti con la SEO)
Risultati a pagamento: Risultati sulla SERP a pagamento (ottenuti con la SEA)
Quindi Indicizzazione significa Partecipare e Posizionamento equivale a Vincere

Riassumendo quanto visto: dovreste ottimizzare il vostro sito tramite la SEO?

✔ Sì, se volete essere trovati sui motori di ricerca
✔ Sì, se volete trovare altri clienti
✔ Sì, se volete superare i vostri competitor online
✔ Ma prima di tutto, come già detto “Sì, se avete pazienza”. La SEO è un lavoro continuativo per raggiungere risultati nel tempo, ma soprattutto per mantenerli.
Il motore di ricerca ha bisogno di tempo per accorgersi dell’esistenza un nuovo sito, ma soprattutto per capire di cosa tratta. Per questo motivo si deve aiutare il motore con degli accorgimenti; più ce ne sono e più sarà facile scalare la SERP.
Oltre a questi accorgimenti tecnici il motore di ricerca ha bisogno SOPRATTUTTO di contenuti. Come farebbe altrimenti a capire di cosa tratta il vostro sito? Per questo è importante avere contenuti di qualità correlati al proprio settore e continuare ad aggiornarli.

Un’attività quindi esclude l’altra? Assolutamente no.

Mentre il sito comincia a indicizzarsi e poi posizionarsi, si possono fare alcune attività a pagamento (pagando direttamente il motore) per lanciare il sito. Attenzione però! Una volta che si smette di pagare il motore di ricerca, se non c’è sotto una buona base SEO, il sito scomparirà nel nulla. Per questo è importante che le due attività (SEO+SEA) siano affiancate.
Solo in alcuni casi si può fare solo la SEA, ad esempio se si deve sponsorizzare un’attività o un servizio temporaneo o un’offerta temporanea. Per quanto riguarda la SEO il tempo di indicizzazione, ma soprattutto quello di posizionamento può variare (anche molto) a seconda della competitività del settore e delle keyword sulle quali vogliamo posizionarci.
Ovviamente più c’è competitività (sia di settore che di keyword) più tempo e attività ci vorranno per raggiungere gli obiettivi prefissati. Ma questo è il nostro lavoro.

Laura Donati
WEB DESIGNER & SEO STRATEGIST

Massimo Cinquini
WEB DEVELOPER & GOOGLE ADS