SEO, SEM e SEA sono gli acronimi di tre diverse strategie di online marketing che hanno un unico obiettivo: aumentare le visite al tuo sito web e fare decollare la tua attività. Se queste tre strategie lavorano in sinergia, il risultato è l’indicizzazione del sito, il posizionamento sui motori di ricerca e l’arrivo del traffico qualificato.

Ecco una breve guida con tutto quello che devi sapere sui tre migliori alleati per ottimizzare il tuo sito web e conquistare la giusta presenza online.

Cosa significa SEO?

SEO è l’acronimo di “Search Engine Optimization,” e significa letteralmente “ottimizzazione del sito web per i motori di ricerca”. Quando si parla di motori di ricerca, il primo che viene in mente è Google perché è il più conosciuto e il più usato.

Ecco perché per raggiungere i tuoi risultati online, devi prima di tutto conquistare una buona posizione nella SERP (Search Engine Results Page) di Google. In altre parole, se vuoi piacere al web devi prima piacere a Google.

Questo significa che il tuo sito deve essere progettato e costruito in modo da poter gareggiare con i competitors del tuo settore e scalare la concorrenza sui motori di ricerca.

I non addetti ai lavori del marketing online adesso si chiederanno “Come faccio a far piacere a Google il mio sito?”. Prima di tutto elaborando la giusta strategia di ottimizzazione del sito in due modi:

• Recuperando e rielaborando tutti i contenuti di un sito web già creato ma non ottimizzato
• Creando ex novo un sito web che sia di valore per gli utenti e anche per i motori di ricerca

Come può essere considerato di valore il tuo sito web? Attirando il traffico qualificato.

Alla ricerca del traffico qualificato

L’obiettivo della strategia di marketing online può essere riassunto in questo concetto: aumentare la visibilità sui motori di ricerca per farsi trovare dal tuo potenziale cliente. Per fare questo le aziende possono sviluppare due strategie:

• La strategia SEO
• La strategia SEA

Strategia SEO: il posizionamento organico

Ottimizzare il sito con la SEO significa concorrere al posizionamento organico ossia conquistare le posizioni più alte nei risultati dei motori di ricerca senza pagare ma con il solo strategico utilizzo delle keyword.

Il successo di questa strategia è tutta nelle mani dell’esperto di SEO che favorisce il posizionamento del sito grazie a diverse tecniche e capacità trasversali tra cui:
• Ricerca e inserimento delle parole chiave (keyword) per le quali l’azienda vuole essere trovata dal cliente ideale;
• Controllo e verifica dei testi in ottica SEO;
• Ottimizzazione delle pagine attraverso specifici tag;
• Inserimento di informazioni aggiuntive all’interno di immagini che concorrono al posizionamento;
• Altre tecniche di fino.

Strategia SEA: Google AdWords e annunci a pagamento

SEA è l’acronimo di “Search Engine Advertising” e significa “pubblicità sui motori di ricerca”. Incrementare le visite al sito con la SEA vuol dire sponsorizzare il proprio sito web con annunci a pagamento per comparire tra i risultati di Google. A differenza della SEO, che non implica nessun pagamento al motore di ricerca, con gli annunci su Google Ads si fornisce a Google un budget per creare delle campagne pubblicitarie.

Il costo della pubblicità è determinato dal valore della keyword a sua volta determinato dal volume di ricerca degli utenti. Una campagna su Google Ads deve essere imbastita tenendo conto di moltissime varianti:

• Il volume di ricerca della keyword utilizzata dagli utenti;
• La concorrenza sulla stessa keyword;
• Il dispositivo utilizzato per la ricerca;
• L’orario in cui è fatta la ricerca;
• La qualità dell’annuncio e la sua attinenza con le parole cercate;
• La qualità della pagina di destinazione (landing page) e la sua attinenza con ricerca ed annuncio

Con la pubblicità su Google Ads, l’inserzionista paga per fare in modo che la piattaforma mostri il suo annuncio a chi effettua una specifica ricerca. Il valore aggiunto è rappresentato da risultati precisi e misurabili forniti da Google.

Cosa cambia rispetto ad una pubblicità su altri canali? Il fatto che con Google si paga solo quando l’utente clicca sull’annuncio.

Differenze tra SEO e SEA: quale strategia adottare?

La strategia SEO prevede un lavoro paziente e costante da parte degli sviluppatori del sito. Per ottenere risultati, diventa essenziale verificare che sia costruito in modo appropriato e curare i testi rendendoli contenuti interessanti che sappiano dare all’utente le risposte che cerca.

SEO-lavoro-costante-pazienza

La strategia SEA invece è una via più rapida per ottenere dei risultati tangibili.

SEA-lavoro-dinamico-veloce-pagamento

Anche se sembrano strategie simili la differenza è enorme. Nel primo caso si crea un sito web che si posizionerà nel tempo per particolari parole chiave, grazie ai contenuti di qualità aggiunti nel tempo. Questo permetterà al sito di diventare sempre più autorevole nel suo settore e quindi ricercato e trovato dagli utenti realmente interessati a quel servizio o prodotto.

Nel secondo caso invece si possono ottenere risultati nell’immediato ma a fronte di una spesa più elevata e limitata nel tempo. In termini di visibilità, se non sarà stata perseguita anche un crescita organica dei contenuti, gli effetti sono destinati a svanire quando si interromperà la campagna.

A fronte di queste differenze come scegliere la strategia migliore per la tua attività?
Il segreto è la sinergia di entrambe che insieme definiscono la SEM ossia la “Search Engine Marketing”.

Traffico organico e annunci a pagamento

Non esiste una pratica che esclude l’altra. Mentre il sito inizia a indicizzarsi e poi posizionarsi, si possono fare alcune attività di annunci a pagamento per aiutarlo nella fase di lancio. Attenzione però: quando si smette di pagare il motore di ricerca per gli annunci, se il sito non è supportato da una buona base SEO, rischierà di scomparire.

Per questo è importante che le due attività SEO e SEA siano sempre affiancate e monitorate.

A volte è preferibile ricorrere solo alla SEA, quando si deve sponsorizzare un’attività, un servizio o un’offerta a tempo limitato. Per quanto riguarda la SEO invece è importante ricordare che il tempo di indicizzazione, ma soprattutto quello di posizionamento può variare a seconda della competitività del settore e delle keyword sulle quali vogliamo posizionarci.

SEM: tutti i termini tecnici del marketing online

Quando si parla di SEM si fa riferimento ad un grande contenitore di termini che vengono usati dagli addetti ai lavori:
SERP: E’ la pagina dei risultati del motore di ricerca
Keyword: Parola chiave utile per la quale posizionarsi nella SERP
Indicizzazione: Presenza su Google (in generale)
Posizionamento: La posizione esatta di un sito nella SERP per una determinata keyword
Competitività della keyword: Quanti siti sono posizionati su quella keyword e come.
SEA: letteralmente Search Engine Advertising; si paga direttamente il motore di ricerca per comparire nella SERP con annunci sponsorizzati
Risultati organici: Risultati sulla SERP non a pagamento (ottenuti con la SEO)
Risultati a pagamento: Risultati sulla SERP a pagamento (ottenuti con la SEA)
In altre parole “indicizzazione” significa partecipare e “posizionamento” equivale a vincere.

Dovresti ottimizzare il tuo sito con la SEO?

Tirando le somme ti starai chiedendo se conviene ottimizzare il tuo sito è la risposta è:
✔ Sì, se vuoi essere trovato sui motori di ricerca
✔ Sì, se vuoi trovare nuovi clienti
✔ Sì, se vuoi superare i tuoi competitor online
✔ Ma prima di tutto, come già detto “Sì, se hai pazienza”. La SEO infatti è un lavoro continuativo per raggiungere risultati nel tempo, ma soprattutto per mantenerli.

Il motore di ricerca ha bisogno di tempo per accorgersi dell’esistenza di un nuovo sito e anche per capire di quale argomento tratta. Per questo motivo si deve incentivare la procedura con degli accorgimenti tecnici che possano contribuire a scalare e conquistare la vetta della SERP.

Oltre a questi accorgimenti tecnici, il motore di ricerca, ha bisogno soprattutto di contenuti di valore. Come farebbe altrimenti a capire di cosa tratta il vostro sito? Ecco perché è così importante produrre contenuti di qualità correlati al proprio settore e continuare ad aggiornarli.

Ovviamente più c’è competitività di settore e di keyword, più tempo e attività ci vorranno per raggiungere gli obiettivi prefissati. Ma di questo non dovrai preoccuparti, è il nostro lavoro.

Laura Donati
WEB DESIGNER & SEO STRATEGIST

Massimo Cinquini
WEB DEVELOPER & GOOGLE ADS