I Promoted Post, questi sconosciuti

Da appassionata frequentatrice di Facebook quale sono, ho potuto notare in questi giorni un allarmismo generale da parte dei vari amministratori di pagine “comuni” a causa di una novità: i Promoted Post.

Naturalmente i vari marketer e social media strategist, manager, specialist, ecc, non hanno avuto problemi a capire l’utilizzo di questa integrazione, grazie anche a vari siti specifici che ne spiegano il funzionamento, ma, per fortuna, il mondo di Facebook è formato anche da utenti che da soli amministrano pagine di ogni genere nell’altissimo principio della condivisione e dell’integrazione naturale. Della serie “lei lo faceva per passione”.

Il problema appunto nasce dall’amministratore che si trova davanti questo:

i-promoted-post-questi-sconosciuti

Essendo un utilizzatore di Facebook per piacere, non deve per forza conoscere le varie dinamiche di marketing che esistono dietro ad una pagina, perchè lo fa per passione o comunque senza un reale piano di comunicazione, che risulta necessario quando si amministrano delle pagine professionalmente.

Ecco qui la semplice spiegazione di quello che ci sta dicendo Facebook con queste “nuvolette informative”.

Tutte le varie pubblicazioni di una pagina non saranno sempre visibili ad ogni fan, poiché nella propria homepage egli visualizza gli aggiornamenti di amici, applicazioni, pagine, gruppi, ecc ed è naturale che Facebook si basi su specifici criteri per ogni utente per la visualizzazione ( vedi algoritmo EdgeRank ).

Ogni post sulla vostra pagina da questo momento avrà un numero di utenti e una percentuale mostrata nell’area sottostante ad indicare quanto il vostro post abbia raggiunto ogni persona che vi ha concesso il like e che, naturalmente non ha disattivato i vostri aggiornamenti.

Ed ecco che ora si scioglie il nodo legato al numero delle visualizzazioni.

Consapevoli di non poter raggiungere tutti i fan ogni amministratore ha la possibilità di creare i Promoted Post; dei “super post”, ibridi a parer mio tra le Inserzioni di Facebook e le Notizie in Evidenza delle pagine, che raggiungerà a pagamento un numero maggiore di utenti, utile se si promuove un concorso, una promozione speciale, un evento o tutte quelle informazioni che riteniamo necessarie di una diffusione più vasta all’interno della nostra pagina.

Quindi in finale, non esiste nessun cambiamento nella visualizzazione, a parte il fatto che ora sapete effettivamente quante persone lo ricevono e che se volete, pagando, potete raggiungerne di più.

Sfatiamo quindi falsi miti su Facebook che lo vorrebbero esclusivamente un servizio a pagamento, limitante la diffusione artistica o ad altre categorie specifiche.

In realtà qui il Social Network si mostra ancora democratico, tutti possono pubblicare e al massimo gli si può dar colpa/(merito come scelta persuasiva) di fare da tentatore. Vi comunica insomma un’informazione mostrandovi che c’è un sistema migliore per i post e che potete usarlo.

Per chi volesse ulteriori spiegazione eccovi il video direttamente made in Facebook su i Promoted Post.

Buona pubblicazione!

 

di , Social Media Manager @ Voxart
Seguimi su Twitter oppure aggiungimi su Google Plus